fbpx

Direttore Sanitario: Dott. Francesco Plastina

Visita Neuroradiologica

La Neuroradiologia è una branca della radiologia che si occupa della diagnosi delle malattie del sistema nervoso, della colonna vertebrale, della testa e del collo. In questo ambito sono utilizzate diverse moderne tecnologie quali la Risonanza Magnetica, la TC, l'ecografia, la radiologia tradizionale oltre a studi dei vasi sanguigni tramite AngioTC.

Per avere più informazioni consulta le FAQ

Le informazioni raccolte vengono utilizzate per esaminare il sistema nervoso centrale e periferico e per formulare diagnosi di malattie dell'encefalo , del midollo spinale, della base cranica ( orbite, ipofisi, orecchio interno ed esterno, seni paranasali, massiccio facciale) e della colonna vertebrale. Il sistema nervoso e le strutture ad esso correlate sono di fondamentale importanza per un corretto funzionamento dell’intero organismo.

L’Organizzazione Mondiale della Salute stima che oltre 1 miliardo di persone soffrono di un’affezione del sistema nervoso. In caso di disturbi del sistema nervoso o della colonna o ernie discali, o se il tuo medico ti prescrive un esame neuroradiologico, si consiglia una visita presso l'ambulatorio di neuroradiologia. Saranno fornite valutazioni diagnostiche, bilanci pre e post operatori e interventi per l’ernia del disco.

Le malattie Neurologiche

I disturbi che possono colpire il sistema nervoso sono numerosi e diversi tra loro. Patologie acute o neurodegenerative, come ictus, Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla, ma anche epilessia, emicrania e disturbi del sonno, colpiscono un numero crescente di persone, anche a causa dell'invecchiamento della popolazione. Secondo l'OMS, colpiscono ben 1 miliardo di persone nel mondo.

Patologie comuni frequentemente indagate con la neuroradiologia sono anche tumori, malformazioni arterovenose, ernie discali, malattie demielinizzanti e degenerative.

Presso il nostro Centro, gli specialisti in neuroradiologia, in collaborazione con il Reparto di Diagnostica per Immagini, si avvalgono di strumenti diagnostici all'avanguardia in grado di assicurare altissimi standard di imaging neuroradiologico che consentono di effettuare una diagnosi precoce dei disturbi del sistema nervoso e della colonna, in modo da ottimizzare l'intero iter diagnostico e terapeutico dei pazienti e migliorarne la qualità della vita.

La visita

La visita neuroradiologica inizia con la raccolta di informazioni sulla storia clinica del paziente, il suo stile di vita, interventi precedenti, familiarità, l’osservazioni di eventuali esami diagnostici realizzati in precedenza ed altri dati che possano essere utili per una diagnosi completa. È importante portare con sé i referti e le immagini già eseguiti per potere valutare l’evoluzione e l’andamento della patologia.

Successivamente, lo specialista potrà richiedere ed effettuare ulteriori esami necessari per approfondire la situazione del paziente.

Gli esami diagnostici che si realizzano più frequentemente per studiare un distretto anatomico specifico, come l’encefalo o un tratto della colonna, sono la Risonanza Magnetica o la TC.
La durata dell’esame varia notevolmente in base alla tecnologia utilizzata e all’area sottoposta a diagnosi, per esempio una Tc dura circa 5-10 minuti, mentre una RM può durare dai 20 ai 50 minuti.

Per studi vascolari, e in caso di aneurismi o MAV, sarà richiesta una Angio-Tc. Questo esame ha una durata di pochi minuti.

In caso di ernia del disco, si valuterà se effettuare un intervento TC-guidato di discectomia, della durata di 30-120 minuti, o delle infiltrazioni.

Nello specifico, in base alle esigenze che si presentano, lo specialista può richiedere e/o effettuare ulteriori esami di approfondimento di diagnostica come:

• Risonanza Magnetica (RM)
- Encefalo
- Encefalo con MdC
- Spettroscopia Encefalo
- Encefalo Con Studio Di Perfusione
- Encefalo Trattografia
- Colonna Cervicale
- Colonna Dorsale
- Colonna Lombosacrale
- Colonna Completa
- Colonna In Piedi

• Tomografia Computerizzata (TC)
- Encefalo con MdC
- Per Studio Osso Temporale
- Per Tipizzazione Lesioni Ossee
- Infiltrazione Tc Guidata
- Discectomia Per Ernia Del Disco Tc Guidata

• Angio-Tc
- TSA Id Esame
- Vasi Intracranici
- Vasi del Midollo Spinale

La durata complessiva della visita dipende dall’esame diagnostico richiesto e varia da paziente a paziente.


I medici specialisti che collaborano con il nostro Centro

Prof. Marcello Longo

Specialista Neurochirurgia e Radiodiagnostica
Presentazione dello specialista

Il dr. Longo, specializzatosi in Neurochirurgia nel 1979 e successivamente nel 1983 in Radiodiagnostica presso l’Università di Palermo, al 2009 è Professore Ordinario di Neuroradiologia e Direttore della Unità Operativa Complessa di Neuroradiologia diagnostica e Interventistica presso il Policlinico Universitario di Messina. Dal 2020 è direttore del Dipartimento Integrato Assistenziale, dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Messina, delle Emergenze e delle reti tempo dipendenti. È Vicepresidente eletto della Associazione Italiana di Neuroradiologia (AINR) società della quale è presidente dall’anno 2022.
Esperto di Interventistica endovascolare, tecnica che ha perfezionato in numerosi stage nei principali centri Italiani ed esteri ha iniziato ad affrontare il trattamento degli aneurismi intracranici, effettuando nel 1995 il primo di questi interventi, nel centro-sud Italia, ad un solo anno di distanza dalla presentazione a livello mondiale di tale tecnica innovativa. Sono decine di migliaia i cateterismi delle arterie cerebrali che ha effettuato e oltre 1500 gli aneurismi che ha operato coadiuvato dalla sua equipe.
Il centro da lui diretto per più di 10 anni effettua un servizio h24 di Interventistica Endovascolare, dapprima per la cura in urgenza degli aneurismi cerebrali e dal 2014 per la cura dell’ischemia cerebrale, rendendo così possibile l’attivazione della Stroke Unit presso il Policlinico Universitario di Messina che è, per tale motivo centro Hub di riferimento per la regione Sicilia.
Per quanto attiene la Diagnostica è esperto di Tomografia Computerizzata e di Risonanza magnetica in ambito cerebrale e spinale. Negli ultimi 20 anni ha effettuato oltre 120.000 esami di Risonanza Magnetica encefalica e spinale con tecniche avanzate per lo studio dei tumori e dell’ictus.
È autore di oltre 150 pubblicazioni su riviste internazionali e nazionali ad elevato impatto, tre libri e 10 capitoli di libro ed ha partecipato come relatore su invito ad oltre 500 congressi nazionali e internazionali.


È esperto in
Neurochirurgia, Radiodiagnostica, Neuroradiologia diagnostica e Interventistica
Tomografia Computerizzata e Risonanza magnetica in ambito cerebrale e spinale con tecniche avanzate per lo studio di tumori e ictus
Interventistica endovascolare, cateterismi delle arterie cerebrali, aneurismi cerebrali, ischemia cerebrale

Prenota un appuntamento

Puoi prenotare il tuo esame direttamente online o contattarci per ricevere assistenza.

Convenzioni

La visita è in regime di convenzione con le maggiori compagnie assicurative con cui abbiamo stipulato un contratto.
Le visite specialistiche non sono in convenzione con il SSN.

Se vuoi saperne di più consulta la pagina Convenzioni

Preparazioni

Non sono previste norme di preparazione, il paziente è invitato a portare con sé eventuali esami inerenti richiesti del proprio medico curante nonché un promemoria in cui sono indicati tutti i farmaci che sta assumendo.

Domande frequenti
Si, le visite specialistiche ambulatoriali necessitano di prenotazione.
La durata di una visita, in media, è tra i 15 e i 30 minuti.
Prima di effettuare una visita neuroradiologica non è richiesta una particolare preparazione. È sempre indicato portare con sé eventuali analisi del sangue (se effettuate recentemente) ed i risultati di altri esami inerenti, se sono stati eseguiti in passato. Inoltre è necessario comunicare al medico chirurgo se si assumono farmaci.
L’esame si svolgerà in un ambiente confortevole, sotto il controllo del medico.
La visita presso l’ambulatorio di neuroradiologia non presenta controindicazioni. Sarà poi, lo specialista ad indicare al paziente eventuali rischi che possono esserci nel caso in cui il paziente dovrà eseguire ulteriori accertamenti ed interventi chirurgici. Ad esempio, per alcuni esami si utilizza un mezzo di contrasto che, iniettato per via venosa, raggiunge gli organi oggetto di interesse e consente di osservarli con una migliore accuratezza. In questo caso è fondamentale comunicare eventuali allergie o disfunzioni renali.
Facebook Messenger